Non è discriminatorio negare i matrimoni gay.

Qualsiasi persona minimamente alfabetizzata a livello giuridico sa che il non riconoscimento giuridico delle unioni omosessuali non ha nulla di discriminatorio. Ergo: nulla può esserci imposto da enti sovranazionali – “l’Europa” – sulla base di un presunto vulnus discriminatorio che appunto non c’è. Affermare il contrario significa sì discriminare…ma la verità, il diritto e la cultura giuridica italiana che ha una storia importante e al più colonizza le altre e di certo non merita di essere colonizzata.

Oggi lo sentenzia anche la Corte di Cassazione  – http://www.lacrocequotidiano.it/articolo/2015/02/09/societa/no-della-cassazione-ai-matrimoni-gay – in ordine alla pretesa di una coppia omosessuali che pretendeva la pubblicazione delle proprie “nozze”, affermando che il problema della meglio specificazione dei diritti degli omosessuali esiste – e attenzione a questo passaggio perché è spiccicato alla tesi sostenuta da sempre da questo blog “omofobo” – nell’ordine dei diritti individuali accordati alla persona in quanto tale e non creando modelli posticci da equiparare ideologicamente alla famiglia nonostante, per premesse e finalità, con essa non c’entrino niente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...