Il Sinodo e le cose di sempre, quelle della grazia di Dio.

Stamane ho fatto tre cose.
Ho letto la Relatio Post Disceptationem della giornata di ieri del Sinodo, documento articolato in 58 mini capitoli che si legge in un quarto d’ora. Finita la lettura ho letto tre quotidiani – i soliti – perché non volevo farmela raccontare dai media. In ultimo ho comparato ciò che ho letto prima (http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2014/10/13/0751/03037.html) con la cronaca dei giornali, e ho pensato che il racconto èsempre un punto di vista, e i punti di vista sono ovviamente anche influenzati dalle intenzioni di chi racconta che spesso possono portare a valorizzare alcuni aspetti anziché altri perché funzionali alle esigenze dei propri desideri, tipo quello di cercare di dividere i cattolici, dando al racconto una interpretazione para scandalistica e incentrata su un messaggio – quello dell’accoglienza verso chiunque, omosessuali compresi – che esiste da SEMPRE in seno alla Chiesa – nella sua dottrina e nella sua pastorale – ed è stato semmai RIAFFERMATO all’interno di un documento molto più complesso delle quattro colonne di un titolo del Corsera o di Repubblica.

Questo per dire che le cose vanno studiate per i fatti propri senza farsi condizionare. Certo, un Sinodo chiuso, fatto solo di relazioni finali, non né permette di cogliere la complessità delle posizioni dei padri sinodali, ma di mio ho cercato di immedesimarmi nel ruolo del titolista e sulla base di quel che ho letto nella Relazione avrei potuto tranquillamente titolare:

«La Chiesa ribadisce il suo no ai matrimoni gay» o «La famiglia è solo l’unione tra uomo e donna» o «Non siamo ricattabili alla ideologia gender» o «Non stiamo al soldo degli organismi internazionali che vogliono fare pressioni per farci cambiare idea» o «No all’amore narcisistico».

Sarebbero stati tutto titoli conferenti ai contenuti del documento.
Provateci anche voi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...