Dare a Silvio quel che è di Silvio.

Grazie, Silvio. Al di là di come la si pensi politicamente. Grazie per le corna nelle foto di rito dei summit internazionali seriosi e che a nulla servono; grazie per “il giovane, bello e abbronzato”; grazie per “meno male che Silvio c’è”; grazie per aver fatto incazzare quella mummia della regina madre; grazie per la “culona inchiavabile”; grazie per “io ebbi a fare la corte anche alla presidente della Finlandia”; grazie per “meglio essere appassionato di belle ragazze che gay”; grazie per il kapò a Schultz (cosa verissima); grazie per bandane e colbacchi; grazie per “Ruby, nipote di Mubarak” (genio puro); grazie per aver fatto conoscere a noi giovinastri 2.0 abituati a ricorrere ai brutti e inopportuni anglicismi un termine bellissimo e così da galantuomini come “postribolo”.

Grazie per aver reso una cosa di base noiosissima come la politica qualcosa di divertente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...