Berlinguer?

I giornali di oggi dedicano sperticati e acritici peana al Veltroni cineasta (e quindi a Berlinguer). L’agiografia nostalgica che diventa malinconia verso se stessi è passabile come il ricordo privato per quella stagione – e magari il racconto può essere pure piacevole – ma accucciarsi sul comodo romanticismo non fa capire i danni che l’ipoteca berlingueriana ha prodotto sulla capacità della sinistra italiana di essere forza di governo. Tutta quella mitologia della sconfitta come reazione rafforzativa delle proprie idee e la convinzioni che buoni, giusti e colti sono sì una minoranza ma hanno tutti la tessera dello stesso partito, insomma tutta paccottiglia ortodossa definita come “superiorità etica e antropologica della sinistra”, è il dazio berlingueriano che praticamente fino a ieri ha pagato la sinistra. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Ricordiamolo tutto Berlinguer, senza omissioni né rimozioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...